Chi siamo e cosa facciamo, e come contattarci

Come diventare soci, e perché conviene

Le prossime gite

In bici a Torino e in Piemonte

Il catalogo degli itinerari

La biblioteca sul cicloturismo

Pubblicato in L'Associazione | Commenti disabilitati su

Bici sui treni, e parcheggi bici nelle stazioni!

Grande manifestazione oggi pomeriggio a Porta Susa, per chiedere treno + bici e i parcheggi bici nelle stazioni.

Per i pendolari e per il cicloturismo, anche in Piemonte!

14292294_10210410201309158_8875455210244120270_n

Grazie a tutte le associazioni FIAB Onlus che hanno aderito: FIAB Torino Bici&Dintorni, FIAB Torino Pedaliamo Insieme, FIAB Asti, Gliamicidellebici F.I.A.B. Alessandria, FIAB Nichelino Amicinbici, FIAB Novara Amici della Bici, FIAB Cuneo Bicingiro, FIAB Muoviti Chieri. E al coordinatore FIAB Nord Ovest Giorgio Ceccarelli.

Un grazie alle altre associazioni che hanno aderito e partecipato: Pro Natura Torino, Legambiente Metropolitano, Legambiente Val Pellice, Legambiente Barge, Legambiente Molecola, Centro Culturale Sereno Regis, C.I.A.O. Aurora, Camminare lentamente.

E grazie al Comune di Pinerolo, alla Presidente della commissione trasporti del Piemonte Nadia Conticelli, all’Assessora all’Ambiente del Comune di Torino Stefania Giannuzzi per la loro partecipazione.

Naturalmente quella di oggi è solo un primo passo. Vogliamo risolvere al più presto la situazione incresciosa che vede il Piemonte fanalino di coda per l’intermodalità treno + bici in Italia: http://www.biciedintorni.it/wordpress/trenitalia-in-piemonte-sempre-peggio/

Qualche altra foto, di Mario: https://drive.google.com/drive/folders/0B3NpObGAyfMmaWlJN2E3ZGFMa00

Link alle foto di Laura https://goo.gl/photos/cSWQtW4fuf2QrBZcA

Un breve video: https://www.youtube.com/watch?v=yGj7iYU4hVc

Pubblicato in Cicloturismo, FIAB, Intermodalità | Commenti disabilitati su Bici sui treni, e parcheggi bici nelle stazioni!

Lettera a Del Rio di Regione Piemonte e FIAB Nord Ovest

FIAB Nord Ovest e gli assessori di Regione Piemonte Antonella Parigi (Cultura e Turismo) e Francesco Balocco (Trasporti e Infrastrutture) hanno inviato una lettera congiunta al Ministro delle Infrastrutture Graziano Del Rio.

Di seguito il testo della lettera:


Torino, 14 settembre 2016

Egregio Ministro Delrio,

Regione Piemonte sta affrontando il tema dell’allestimento dei nuovi treni regionali, anche con approfondimenti tecnici favoriti dall’opportunità data dalla vicinanza dello stabilimento ALSTOM di Savigliano.

In questo Regione Piemonte è supportata da FIAB – onlus, sulla cui esperienza si conta per definire un assetto dei futuri treni che sia soddisfacente al trasporto delle biciclette, soprattutto ai fini dello sviluppo turistico della ns. Regione.

Lo sviluppo del turismo in bicicletta è infatti uno degli assi portanti del programma di giunta ed ha già visto l’avvio e il finanziamento, con fondi statali e regionali, di importanti progetti quali la ciclovia Ven.To e la ciclovia del Canale Cavour.

Ma lo sviluppo del cicloturismo ha bisogno di un trasporto ferroviario adatto alle esigenze del turista in bicicletta.

Il Piemonte da questo punto di vista ha purtroppo subito, per accordi precedenti con Trenitalia, dei tagli sostanziali. Solo il 70% dei treni regionali ha la possibilità di trasportare biciclette, in spazi spesso inadeguati e in condizioni tali da rendere il servizio praticamente non fruibile.

Il piano di sostituzione del materiale per il trasporto ferroviario regionale costituisce una grande occasione di cambiamento nella direzione di una nuova mobilità e di un nuovo sviluppo.

Chiediamo quindi a Lei, prima ancora delle nostre valutazioni tecniche, un preciso indirizzo politico perché le Regioni adottino una tipologia di carrozza ferroviaria, possibilmente uniforme su tutto il territorio nazionale, che sia adatta al comodo trasporto di un significativo numero di biciclette al seguito, secondo modelli già ampiamente conosciuti e sperimentati all’estero e in alcune regioni italiane.

Con cordialità

per Regione Piemonte: Antonella Parigi, Francesco Balocco

per FIAB-onlus: Giorgio Ceccarelli – coordinatore FIAB Nordovest

Pubblicato in Intermodalità, Mobilità ciclistica | Commenti disabilitati su Lettera a Del Rio di Regione Piemonte e FIAB Nord Ovest

Tutti in bici al Parco Dora ! Special Raduno “Grazielle”

Ritorna la classica pedalata di fine estate ! Nella domenica che chiude la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile , Fiab Torino Bici & Dintorni vi invita a partecipare. Facile per famiglie. Percorso ad anello con tappa alla Reggia di Venaria. Premi a sorpresa e spuntino per tutti ! Contributo per assicurazione 2 € ( soci fiab 1€ – gratis <14 anni). Novità di quest’anno “SPECIALE RADUNO DI BICI GRAZIELLE”. Preiscrizioni presso ST Sport Via Bava 47 oppure online sul sito www.biciedintorni.it.70x100_bici-2016

Pubblicato in Varie News | Commenti disabilitati su Tutti in bici al Parco Dora ! Special Raduno “Grazielle”

Bike Challenge 2016!

welcome-banner-08bc56307085e7a4a54d5ee444f28108Pronti? Dal 16 settembre al 31 ottobre 2016 le aziende dell’area metropolitana di Torino si sfidano per vedere chi metterà in sella la maggior percentuale di lavoratori. Pedalare è un piacere da condividere coi colleghi!

ISCRIVETEVI e fate iscrivere la vostra azienda/organizzazione, registrate le tracce delle vostre pedalate con la app, e potrete vincere fantastici premi! La competizione è divertente e gratuita.

Per info cliccare qui.

Pubblicato in Ambiente, Amici, Eventi, FIAB, La città pedala, Mobilità ciclistica, Varie News | Commenti disabilitati su Bike Challenge 2016!

Dimezzati in 2 anni i treni + bici in Piemonte.

Prosegue l’onda lunga dei danni provocati dalla precedente giunta regionale del governatore Cota sui treni piemontesi.

L’accordo che avevano stipulato con Trenitalia aveva già soppresso molte linee ferroviarie e ridotto drasticamente il numero di treni regionali che trasportano bici.

Si era passati dal 89% dei treni porta bici, nel 2014, al 74% del 2015, mentre tutte le altre regioni del nord e del centro Italia, comprese quelle governate dalla Lega, miglioravano l’intermodalità per favorire il cicloturismo.

Ma veniamo ora a sapere che la quota prevista dal contratto di servizio Trenitalia-Piemonte per il 2016 è addirittura scesa al 45%. I dati si trovano a pagina 9 della Carta servizi Piemonte Trenitalia 2016.

In soli due anni, il numero di treni regionali in Piemonte che portano le bici è stato quindi dimezzato.

Una ragione in più per farci sentire con la manifestazione che faremo sabato 17 a Porta Susa, insieme alle altre FIAB del Piemonte e a tante altre associazioni, per chiedere un deciso cambio di rotta a favore dell’intermodalità e del cicloturismo.

Pubblicato in Cicloturismo, Intermodalità, Mobilità ciclistica | Commenti disabilitati su Dimezzati in 2 anni i treni + bici in Piemonte.

Sabato 17 settembre, in bici a Porta Susa

Per la mobilità sostenibile, per il cicloturismo

TRENO + BICI e Parcheggi bici nelle stazioni

Sabato 17 settembre, alle 16, in bici a Porta Susa

Vogliamo portare le bici sui treni, per agevolare i pendolari e per permettere il cicloturismo. Anche in Piemonte.

Tutti i treni devono portare le bici, e con attrezzature decenti. A partire da quelli metropolitani e regionali, che spesso in Piemonte non lo consentono affatto.

E vogliamo che nelle nuove mega stazioni ferroviarie ci siano parcheggi sicuri per le bici, come nelle altre regioni del nord e centro Italia.

Faremo un giro in bici attorno alla stazione di Porta Susa. Poi entreremo all’interno per passare (con bici a mano!) davanti alle biglietterie. Facciamoci sentire.

Organizzano le associazioni FIAB Nord Ovest (Federazione Italiana Amici della Bicicletta – Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta), nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.

Aderiscono (elenco provvisorio): Pro Natura Torino, Legambiente Metropolitano, Centro Studi Sereno Regis, Ciao Aurora, Legambiente Val Pellice, Comune di Pinerolo, Camminare Lentamente, Legambiente Barge, Legambiente Molecole, …

Per informazioni e adesioni: 328-9618668 e info@biciedintorni.it

Pubblicato in Cicloturismo, Eventi, Intermodalità, Mobilità ciclistica | Commenti disabilitati su Sabato 17 settembre, in bici a Porta Susa

9 ottobre – Giornata nazionale del camminare

Pedaliamo, ma a moltissimi di noi piace anche camminare.

Così abbiamo aderito con entusiasmo alla Giornata nazionale del camminare, e in particolare all’iniziativa promossa dagli amici di Camminare Lentamente: http://camminarelentamente.it/lanello-verde-sabato-8-e-domenica-9-ottobre/ .

Prossimamente i dettagli.

Pubblicato in Camminate, Eventi | Commenti disabilitati su 9 ottobre – Giornata nazionale del camminare

20 anni fa, in bici a Pinerolo

Il pinerolese, per chi arriva in bici da Torino, è una ricca rete di percorsi per tutti i gusti: pianura, collina, montagna. La rete ciclabile, realizzata negli anni ’90 su stradine secondarie, esiste ancora, ed è ben documentata: http://www.marcapinerolese.it/

Chi voleva poteva andare oltre Pinerolo. Il pinerolese è una porta per altri territori molto adatti al cicloturismo: il saluzzese e la valle Po, le valli Pellice, Germanasca, Chisone.

Vent’anni fa, arrivare in bici da Torino a Pinerolo era semplice: la Stupinigi – Pinerolo era uno dei percorsi ciclabili più famosi del Piemonte: http://www.arpnet.it/becana/cicloturismo/itinerari/cicl_stupinigi_pinerolo.htm (anche se, dopo la realizzazione dell’autostrada, le indicazioni per la ciclabile sono sparite: oggi chi non la conosce non la trova).

E per chi voleva risparmiare un po’ di fatica per potersi spingere oltre Pinerolo, bastava prendere il treno, scendere dove si voleva e iniziare a pedalare.

Non è più così.

La decisione insensata di non permettere più il trasporto delle bici sui treni della linea Chivasso – Pinerolo (frutto di una delle scelte della giunta Cota per la riduzione della rete ferroviaria locale in Piemonte) ha reso quasi impossibile l’accesso al pinerolese per i cicloturisti torinesi. Almeno per quelli non abbastanza allenati per reggere ottanta chilometri al giorno.

Peccato. Perché negli ultimi anni, per merito delle amministrazioni locali, della ex provincia e della stessa regione, la rete ciclabile dell’area a sud ovest di Torino è migliorata.

L’ex ferrovia Airasca-Saluzzo-Cuneo è stata parzialmente trasformata in ciclabile, almeno fino a Moretta (via delle Risorgive). Anche un’altra linea abbandonata, la Bricherasio-Barge, potrebbe diventare tutta percorribile, aprendo un’altra strada verso il saluzzese.

Il potenziale per lo sviluppo del cicloturismo a sud di Torino c’è. Ma senza il trasporto delle bici sui treni, rimane bloccato. E mentre le altre regioni del nord Italia si danno da fare per attirare i cicloturisti europei nei propri territori, il Piemonte purtroppo resta indietro.

Basterebbe poco. Basterebbe fare come in Trentino-Alto Adige, in Veneto, in Friuli: IMG_20160729_173125

(linea regionale Trieste – Udine – Tarvisio: frequenza oraria, 4 vagoni, 32 posti bici, spaziosi e funzionali). O come la regione Liguria (e altre regioni in Italia), che per agevolare il turismo permette il trasporto gratuito delle bici sui treni.

Basterebbe poco, ma va fatto, se si vuole davvero incentivare il cicloturismo.

Le società che forniscono Trenitalia (Alstom, Hitachi) concordano gli allestimenti dei treni con le singole regioni. E allestire treni per permettere il trasporto delle bici non ha costi superiori agli altri tipi di allestimento. Basta volerlo, Regione Piemonte.

Pubblicato in Cicloturismo, Intermodalità | Commenti disabilitati su 20 anni fa, in bici a Pinerolo

Blog 8 e ultima tappa Via di Annibale

20160806 (27)6 agosto. Ritorno a casa, ultima tappa da Mombarone di Asti a Torino, modificata la traccia in corso per evitare di ripassare ad Asti. Una splendida giornata estiva, appena giunti nel Chierese si aprono panorami stupendi, con una visione a 360° sulla collina e su tutta la corona delle Alpi dal Monte Rosa al Monviso. Il commento finale alla ciclovacanza è perfettamente sintetizzato nel post dell’evento facebook:

20160806 (20)“Rientro a Torino e foto ricordo al parco delle Vallere. L’avventura è finita, un pò di stanchezza e di nostalgia per i bei giorni passati insieme e gli splendidi panorami attraversati. 9 giorni di vacanza, 8 giorni di pedalate e 540 km percorsi in sella, più 100 circa in treno, per le strade di Piemonte, Lombardia, Emilia e Liguria; quattro forature riparate, due raggi sostituiti ed un numero imprecisato di litri d’acqua minerale ed attinta dalle fontanelle dei paesi attraversati, per dissetare gli “elefanti” sotto il caldo sole d’agosto. Grazie ai partecipanti, Elena, Laura, Paola, Franco, Mauro e Dario, per la loro simpatia e per il loro entusiasmo, da parte del sottoscritto(Giancarlo) e grazie a tutti quelli che hanno avuto la bontà di seguirci e di lasciare i loro “mi piace” ed i loro commenti.
Alla prossima avventura…”

Aggiungo ancora alcuni dettagli tecnici: 540km totali suddivisi in 8 tappe per un dislivello totale in salita di 4366 metri, percorsi in 41 ore e 20 minuti cioè una media di 5 ore e 15 minuti al giorno in movimento in sella e diverse pause per foto, caffè, visite e tante risate. L’equipaggio era ben assortito con passo/pedalata omogenea; abbiamo viaggiato e…mangiato molto…. bene!

Pubblicato in Ciclovacanze | Commenti disabilitati su Blog 8 e ultima tappa Via di Annibale