Arte e biblio

Raccolta di opere legate alla bici (in definizione, graditi suggerimenti)

Musica | Cinema | Narrativa | Saggistica | Arti visive


Musica

La playlist di Biciamici Viareggio

Teresa De Sio: http://www.youtube.com/watch?v=Gy-ePDDsgf8

Radici nel Cemento: La bicicletta

Frankie Hi Nrg: Pedala


Cinema

1948 – Ladri di biciclette (Vittorio De Sica)
1948 – Totò al giro d’Italia (Mario Mattoli)
1949 – Jour de fete (Jacques Tati)
1969 – Butch Cassidy (George Roy Hill)
1970 – Il giardino dei Finzi Contini (Vittorio De Sica)
1983 – Flashdance (Adrian Lyne)
1989 – Ladri di saponette (Maurizio Nichetti)
1994 – Il postino (Michael Radford)
2001 – Le biciclette di Pechino (Xiaoshuai Wang)
2003 – Appuntamento a Belleville (Sylvain Chomet)
2004 – Dopo mezzanotte (Davide Ferrario)
2007 – Il club di Jane Austen (Robin Swicord)
2008 – The reader (Stephen Daldry)
2008 – Vicky Cristina Barcelona (Woody Allen)
2009 – Il missionario (Roger Delattre)
2011 – Il cuore grande delle ragazze (Pupi Avati)
2011 – Il ragazzo con la bicicletta (Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne)
2012 – Il risveglio del fiume segreto. In viaggio sul Po (Paolo Rumiz). Documentario
2012 – Il comandante e la cicogna (Silvio Soldini)
2012 – La bicicletta verde (Haifaa Al Mansour)
2013 – Moliere in bicicletta – (Philippe Le Guay)

Clip “Bici nel cinema

Narrativa

Emilio Salgari – Al Polo Australe in velocipede – Paravia 1905 (nuova edizione Limina 2005)

Paolo Rumiz e Francesco Altan – Tre uomini in bicicletta – Feltrinelli 2002.   3 ciclisti d’eccezione per un viaggio in bicicletta da Trieste a Istanbul, attraverso Mitteleuropa, Balcani, Danubio, Islam, Bisanzio. Un’avventura che diventa romanzo, saggio di geopolitica, sport militante.

Emilio Rigatti – Minima Pedalia – Ediciclo 2005. Un prof decide di abbandonare l’auto per il tragitto casa-scuola, e di usare solo la bici. Il libro, molto piacevole, racconta ciò che vede e ciò che vive durante l’anno scolastico, con il cambio delle stagioni, dei paesaggi, delle prospettive.

Marco Ballestracci – L’ombra del cannibale – Instar Libri 2009.  Merckx aveva già vinto tutto quell’anno.  Eppure, se le imprese di Merckx sono leggenda, su di lui c’è una possibile storia da raccontare: inizia con un bambino, una bicicletta nera e una gara di paese, sulle pianure del Belgio.

Marco Ballestracci – Imerio – Instar Libri 2012. ” O pedalavi perchè la natura ti aveva fatto il regalo di andare forte in bicicletta o te ne andavi all’estero a lavorare”. Il protagonista del romanzo è Imerio Massignan, veneto di Valmarana che vince la classifica scalatori al suo primo Tour de France nel 1960.

Saggistica

Olindo Guerrini – In bicicletta – Giannotta 1901. All’epoca Guerrini era tra gli scrittori italiani più popolari. In questo libriccino di poche pagine, il suo avvicinarsi alla biciletta e varie testimonianze del periodo, tra cui, interessanti, le polemiche tra l’Unione che raggruppa i vari club locali ed il nascente Touring Club (che in origine si chiamava Touring Club Ciclistico Italiano).

Ivan Illich – Elogio della bicicletta – Bollati Boringhieri 2006 (ma titolo originale Energie, vitesse et justice sociale, 1978). Non è, nonostante il titolo italiano, un libro sulla bicicletta, è un libro contro le automobili. Comunque il brevissimo capitolo che dedica alla bicicletta è illuminante. Se ne possono leggere estratti qui, oppure leggere il testo completo, derivato da un’edizione precedente, qui (in particolare il capitolo “I gradi della mobilità autoalimentata”).

Gianni Catania – Amica bicicletta – Gruppo Abele 1995 – Catania è stato tra i fondatori di Bici & Dintorni, e la nostra recensione può peccare di obiettività. Eppure, nonostante siano passati vent’anni, è un libro ancora molto valido e ineguagliato in Italia, sia sugli aspetti tecnici (come sono fatte le biciclette, come si curano e si manutengono) che sugli aspetti politico-sociali.

Marc Augé – Il bello della bicicletta – Bollati Boringhieri 2008 (titolo originale Éloge de la byciclette, 2007). Utopico, forse un po’ troppo centrato sulla cultura francese, ma con alcuni spunti interessanti.