Partecipare alle gite

Regolamento gite 2019

La buona riuscita delle cicloescursioni dipende dalla partecipazione responsabile degli iscritti e dallo spirito di collaborazione con gli accompagnatori, che sono volontari dell’associazione.

Si ricorda a tutti i partecipanti che è sempre obbligatorio il rispetto delle norme del Codice della strada, e che prudenza e buon senso aiutano a prevenire incidenti. Apparati di sicurezza attiva e passiva (freni, luci e catadiottri) devono essere presenti e in condizioni di efficienza. L’uso del casco, anche quando non obbligatorio, è sempre raccomandato. Ogni gita del programma non costituisce iniziativa turistica organizzata né attività sportiva, bensì attività sociale ricreativa-ambientale svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione. L’iscrizione alle gite è da ritenersi autocertificazione di idoneità fisica. Il D.L. n. 69/2013 all’art. 42-bis prevede che “l’attività ludico-motoria e amatoriale” non richiede certificato medico. Ciò non esclude la raccomandazione di rivolgersi al medico curante nei casi in cui si passi dalla sedentarietà ad uno stile di vita particolarmente attivo.

Le escursioni consentono di condividere insieme una giornata all’aria aperta, in amicizia e in armonia con l’ambiente circostante.

Le norme di seguito riportate hanno lo scopo di poter vivere tutto questo in sicurezza e nel reciproco rispetto.

1) Ogni partecipante ha l’obbligo di informarsi preventivamente su programmi e percorsi (orari, chilometri, dislivelli, difficoltà) in modo da affrontare la gita soltanto se ritiene di poterla portare a termine in piena autonomia.

2) Nella partecipazione alle gite, hanno sempre precedenza i soci FIAB regolarmente iscritti, in ordine di data di iscrizione. I non soci FIAB sono ammessi in coda alle prenotazione dei soci FIAB.

3) Le gite di durata superiore ad un giorno sono riservate esclusivamente ai soci FIAB, per i quali varrà l’ordine di precedenza in base alla data di iscrizione.

4) Nel caso in cui sia previsto l’obbligo di prenotazione, non sarà possibile accogliere richieste al di fuori del termine di scadenza, salvo che il Capogita, in base a valutazioni organizzative e di compatibilità con il numero massimo di partecipanti prestabilito, ritenga di ammettere i richiedenti fuori termine.

5) Le nostre escursioni sono dedicate di norma a chi partecipa in bicicletta; è dunque vietato prendere parte alle gite con mezzi motorizzati; sono ammesse le biciclette a pedalata assistita

6) Durante lo svolgimento delle escursioni di FIAB TORINO BICI&DINTORNI i soci sono assicurati per danni causati a terzi e per infortuni. L’assicurazione infortuni non è valida per chi ha già compiuto 85 anni.

7) La quota di partecipazione serve esclusivamente a coprire le spese organizzative e assicurative sostenute dall’Associazione per conto dei soci; il Capogita ed i suoi collaboratori, non ricevono alcun compenso.

8) FIAB TORINO BICI&DINTORNI non è un’agenzia turistica: gli organizzatori sono volontari che operano a titolo gratuito perché tutto si svolga nel modo migliore, contando sulla comprensione e collaborazione di tutti.

9) Nonostante tutte le precauzioni, non è possibile eliminare i rischi connessi alla circolazione stradale, pertanto ogni partecipante deve assumere in proprio tali rischi comportandosi con prudenza e osservando le normative vigenti, in particolare il Codice della Strada.

10) È necessario arrivare 15 minuti prima della partenza con idoneo equipaggiamento (bicicletta e vestiario adatti, camera d’aria di scorta, pompa, borraccia, viveri ove richiesto ecc.). La bicicletta deve essere in perfette condizioni di efficienza: copertoni in buono stato, cambio e freni efficienti, sella alla giusta altezza.

11) L’uso del casco durante le gite in bicicletta, anche quando non è obbligatorio, è sempre vivamente raccomandato.

12) Alla partenza e durante il tragitto il Capogita fornisce informazioni ed indicazioni che tutti sono tenuti ad ascoltare ed osservare rigorosamente. Altri soci accompagnatori collaborano con lui per garantire l’ordinato svolgimento dell’escursione.

13) Durante la gita è necessario tenere un corretto comportamento:

  • Non superare mai il Capogita in testa al gruppo.

  • Non attardarsi in coda, non lasciare troppo spazio rispetto al ciclista che precede.

  • Fermarsi e ripartire secondo le istruzioni del Capogita.

  • Segnalare immediatamente a chi segue :

  • il cambio di direzione, alzando in orizzontale il braccio verso il lato di svolta e assicurandosi che chi segue si sia accorto della svolta in corso.

  • l’arresto, alzando il braccio in verticale.

  • Nel caso in cui si abbia necessità di fermarsi, non invadere la carreggiata e sostare a destra.

  • Procedere sempre in fila indiana e a distanza di sicurezza, prestando molta attenzione al traffico motorizzato.

  • Vigilare sul proprio mezzo e sul proprio bagaglio, dei quali si è responsabili.

14) Il Capogita ha la facoltà di escludere dall’escursione chi, per cause diverse non dia sufficiente garanzia per affrontare in sicurezza l’itinerario. I minorenni sono ammessi solo se dotati di casco e accompagnati da adulti, i quali ne sono responsabili .

15) Il presente Regolamento si applica, in quanto compatibile, alle escursioni a piedi che possono essere organizzate dall’Associazione.

16) I soci FIAB all’atto dell’iscrizione all’Associazione ed i non soci all’atto dell’iscrizione alla singola gita, dichiarano e sottoscrivono l’accettazione delle norme del presente Regolamento, esonerando da ogni responsabilità i membri del Consiglio Direttivo di FIAB TORINO BICI&DINTORNI , le persone che la rappresentano, il Capogita ed i suoi collaboratori.

Sottoscrivendo il presente Regolamento, inoltre, i partecipanti alle gite si assumono in proprio ogni responsabilità per eventuali danni che possono arrecare alle persone e alle cose altrui, in conseguenza del proprio comportamento.

(Approvato il 05/03/2019 dal Consiglio Direttivo dell’Associazione FIAB TORINO BICI&DINTORNI, ai sensi del combinato disposto degli artt.1341 c.2 e 1342 c.2 del Codice Civile)

FIAB TORINO BICI & DINTORNI È UN’ASSOCIAZIONE, NON UN TOUR OPERATOR. I CAPIGITA SONO TUTTI VOLONTARI, NON RETRIBUITI, CHE FANNO DEL LORO MEGLIO E HANNO DIRITTO A GODERSI L’ ESCURSIONE COME TUTTI GLI ALTRI PARTECIPANTI.