Come partecipare alle gite in bici
Regolamento 2020


La buona riuscita delle cicloescursioni dipende dalla partecipazione responsabile degli iscritti e dallo spirito di collaborazione con gli accompagnatori, che sono volontari dell’associazione.
Si ricorda a tutti i partecipanti che è sempre obbligatorio il rispetto delle norme del Codice della strada, e che prudenza e buon senso aiutano a prevenire incidenti. Apparati di sicurezza attiva e passiva (freni, luci e catadiottri) devono essere presenti e in condizioni di efficienza. L’uso del casco, anche quando non obbligatorio, è sempre raccomandato.

Ogni gita del programma non costituisce iniziativa turistica organizzata né attività sportiva, bensì attività sociale ricreativa-ambientale svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione. L’iscrizione alle gite è da ritenersi autocertificazione di idoneità fisica. Il D.L. n. 69/2013 all’art. 42-bis prevede che “l’attività ludico-motoria e amatoriale” non richiede certificato medico. Ciò non esclude la raccomandazione di rivolgersi al medico curante nei casi in cui si passi dalla sedentarietà ad uno stile di vita particolarmente attivo.

Le escursioni consentono di condividere insieme una giornata all’aria aperta, in amicizia e in armonia con l’ambiente circostante.

Le norme di seguito riportate hanno lo scopo di poter vivere tutto questo in sicurezza e nel reciproco rispetto.

1) Ogni partecipante ha l’obbligo di informarsi preventivamente su programmi e percorsi (orari, chilometri, dislivelli, difficoltà) in modo da affrontare la gita soltanto se ritiene di poterla portare a termine in piena autonomia.

2) Nella partecipazione alle gite, hanno sempre precedenza i soci FIAB regolarmente iscritti, in ordine di data di iscrizione. I non soci FIAB sono ammessi in coda alle prenotazione dei soci FIAB.

3) Le gite di durata superiore ad un giorno sono riservate esclusivamente ai soci FIAB, per i quali varrà l’ordine di precedenza in base alla data di iscrizione.

4) Nel caso in cui sia previsto l’obbligo di prenotazione, non sarà possibile accogliere richieste al di fuori del termine di scadenza, salvo che il Capogita, in base a valutazioni organizzative e di compatibilità con il numero massimo di partecipanti prestabilito, ritenga di ammettere i richiedenti fuori termine.

5) Le nostre escursioni sono dedicate di norma a chi partecipa in bicicletta; è dunque vietato prendere parte alle gite con mezzi motorizzati; sono ammesse le biciclette a pedalata assistita

6) Durante lo svolgimento delle escursioni di FIAB TORINO BICI&DINTORNI i soci sono assicurati per danni causati a terzi e per infortuni. L’assicurazione infortuni non è valida per chi ha già compiuto 85 anni.

7) La quota di partecipazione serve esclusivamente a coprire le spese organizzative e assicurative sostenute dall’Associazione per conto dei soci; il Capogita ed i suoi collaboratori, non ricevono alcun compenso.

8) FIAB TORINO BICI&DINTORNI non è un’agenzia turistica: gli organizzatori sono volontari che operano a titolo gratuito perché tutto si svolga nel modo migliore, contando sulla comprensione e collaborazione di tutti.

9) Nonostante tutte le precauzioni, non è possibile eliminare i rischi connessi alla circolazione stradale, pertanto ogni partecipante deve assumere in proprio tali rischi comportandosi con prudenza e osservando le normative vigenti, in particolare il Codice della Strada.

10) È necessario arrivare 15 minuti prima della partenza con idoneo equipaggiamento (bicicletta e vestiario adatti, camera d’aria di scorta, pompa, borraccia, viveri ove richiesto ecc.). La bicicletta deve essere in perfette condizioni di efficienza: copertoni in buono stato, cambio e freni efficienti, sella alla giusta altezza.

11) L’uso del casco durante le gite in bicicletta, anche quando non è obbligatorio, è sempre vivamente raccomandato.

12) Alla partenza e durante il tragitto il Capogita fornisce informazioni ed indicazioni che tutti sono tenuti ad ascoltare ed osservare rigorosamente. Altri soci accompagnatori collaborano con lui per garantire l’ordinato svolgimento dell’escursione.

13) Durante la gita è necessario tenere un corretto comportamento:

Non superare mai il Capogita in testa al gruppo.

Non attardarsi in coda, non lasciare troppo spazio rispetto al ciclista che precede.

Fermarsi e ripartire secondo le istruzioni del Capogita.

Segnalare immediatamente a chi segue :

il cambio di direzione, alzando in orizzontale il braccio verso il lato di svolta e assicurandosi che chi segue si sia accorto della svolta in corso.

l’arresto, alzando il braccio in verticale.

Nel caso in cui si abbia necessità di fermarsi, non invadere la carreggiata e sostare a destra.

Procedere sempre in fila indiana e a distanza di sicurezza, prestando molta attenzione al traffico motorizzato.

Vigilare sul proprio mezzo e sul proprio bagaglio, dei quali si è responsabili.

14) Il Capogita ha la facoltà di escludere dall’escursione chi, per cause diverse non dia sufficiente garanzia per affrontare in sicurezza l’itinerario. I minorenni sono ammessi solo se dotati di casco e accompagnati da adulti, i quali ne sono responsabili .

15) Il presente Regolamento si applica, in quanto compatibile, alle escursioni a piedi che possono essere organizzate dall’Associazione.

16) I soci FIAB all’atto dell’iscrizione all’Associazione ed i non soci all’atto dell’iscrizione alla singola gita, dichiarano e sottoscrivono l’accettazione delle norme del presente Regolamento, esonerando da ogni responsabilità i membri del Consiglio Direttivo di FIAB TORINO BICI&DINTORNI , le persone che la rappresentano, il Capogita ed i suoi collaboratori.

Sottoscrivendo il presente Regolamento, inoltre, i partecipanti alle gite si assumono in proprio ogni responsabilità per eventuali danni che possono arrecare alle persone e alle cose altrui, in conseguenza del proprio comportamento.

(Approvato il 05/03/2019 dal Consiglio Direttivo dell’Associazione FIAB TORINO BICI&DINTORNI, ai sensi del combinato disposto degli artt.1341 c.2 e 1342 c.2 del Codice Civile)

Per iscriversi

Le notizie sulle escursioni ed altre attività vengono fornite durante gli orari di apertura della sede chiamando il numero 011 888981 e sul nostro sito web.

Livelli di difficoltà

Prima di iscrivervi, controllate attentamente la tipologia e la difficoltà dell’escursione. Se avete qualche dubbio sulle vostre capacità, partecipate prima a quelle più facili. Chiedete consigli al capogita, il numero di telefono è sul programma e sul sito web. Di seguito alcuni livelli di difficoltà:

Molto facile

per i principianti: percorso non oltre i 25 km e totalmente pianeggiante, adatto anche a bici senza cambio ed ai bambini.

Facile

per tutti: percorso non oltre i 45 km, dislivello massimo di 150 m, adatto anche a chi ha poco allenamento.

Media

per ciclisti con discreto grado di allenamento: percorso non superiore ai 75 km e con un dislivello in salita inferiore ai 500 m.

Impegnativa

per ciclisti con un buon allenamento: percorso superiore ai 75 km e/o con lunghe salite, e/o con dislivello superiore ai 500 m.

Molto impegnativa

per ciclisti molto allenati: percorso superiore ai 75 km, con un dislivello in salita superiore ai 1000 m.

Punti di iscrizione

I punti di iscrizione alle escursioni sono:
la sede di FIAB Torino Bici & Dintorni negli orari indicati
la Libreria della Montagna (via Sacchi 28/bis – chiusa il lunedì).
Il termine ultimo per l’iscrizione è il venerdì precedente alle ore 19.00 per le escursioni di un giorno, 15 giorni prima per le gite di più giorni, salvo diversa indicazione del capogita. Sono ammesse iscrizioni telefoniche e on-line, dietro versamento di una cauzione, restituibile in qualsiasi momento. Altre attività potrebbero essere previste al di fuori del programma. Consultate il sito web e i social network.

Quota di iscrizione

La quota delle escursioni bici + treno comprende:

costo del treno andata-ritorno, del supplemento per la bicicletta, di vitto e alloggio (solo per le escursioni di più giorni, escluso il pranzo del primo giorno che è al sacco), di eventuali visite a musei ed eventuali guide, assicurazione infortuni, assistenza tecnica, spese d’agenzia e d’organizzazione.

La quota delle escursioni solo bici comprende:

assicurazione infortuni, assistenza tecnica, spese d’organizzazione.

Alcune gite sono riservate ai soli soci. In altre gite possono partecipare anche i non soci, versando una quota di partecipazione maggiorata. L’iscrizione alla gita è da ritenersi autocertificazione di idoneità fisica. Ogni partecipante dovrà aver preso nota del regolamento (leggi sopra). In caso di rinuncia a partecipare è possibile cancellare la propria iscrizione on-line, lasciando così ad altri la disponibilità di posti. A chi si presenta sul punto di ritrovo delle escursioni bici+treno o bici+bus senza aver prenotato non verrà garantito il posto.

Ritrovo

Le escursioni possono subire variazioni di programma in quanto richiedono ricerche sul territorio. É possibile che l’escursione venga annullata per via del maltempo o per altre cause di forza maggiore: in tal caso verrete avvertiti il giorno prima e vi verrà restituita la quota. Se il tempo è incerto, ci si presenta comunque al punto di ritrovo.

Tipi di bici e manutenzione

Usate una bicicletta adeguata: è consigliata una bici con il cambio per tutte le escursioni fuori città; per la città può essere usata una bici qualsiasi. Ove specificato sono necessari o consigliati i copertoni robusti o la mountain bike. I partecipanti sono caldamente pregati di portare una camera d’aria di scorta adatta alla propria bici, e di controllare che tutto sia in perfetta efficienza.

Durante l'escursione

Per le escursioni di un giorno, se non specificato diversamente, è previsto il pranzo al sacco. L’uso del casco è consigliato per tutti, obbligatorio per i minorenni. I minorenni sono ammessi solo se accompagnati da un adulto. Non allontanarsi dal gruppo senza aver avvisato il capogita per evitare l’attesa di tutti gli altri; non superare mai il capogita (chi lo fa rischia di seguire strade non previste e coinvolgere altre persone). I partecipanti sono tenuti ad osservare il codice della strada. FIAB Torino Bici & Dintorni non può essere ritenuta responsabile di eventuali imprudenze dei partecipanti. Ogni partecipante all’escursione è coperto da assicurazione infortuni e da assicurazione RC.

Assicurazione

Tutti i soci e tutte le associazioni FIAB godono di una assicurazione RC conto terzi. I termini sono vantaggiosissimi e non c'è paragone con nessun altro strumento finora a disposizione presso altre federazioni, anche perché la nostra attività non essendo in alcun modo agonistica, comporta meno rischi per una compagnia assicuratrice.


CONSIGLI PER ESCURSIONI IN BICI DOPO EMERGENZA COVID - 19 giugno 2020.

A causa dell'emergenza sanitaria,
LE GITE SONO RISERVATE AI SOLI SOCI FIAB CON PRIORITA' AI SOCI DI BICI&DINTORNI.

FIAB è un’associazione ambientalista che fa attività motoria, non sportiva

E le nostre gite costituiscono attività sociale ricreativa– ambientale svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione e quindi rigorosamente riservate ai Soci.

L’iscrizione alle gite è da ritenersi autocertificazione di idoneità fisica e assenza di sintomi ascrivibili al Covid-19.

Siamo tutti fuori allenamento e abbiamo bisogno di riprendere il ritmo di prima. Selezioniamo con cura l’itinerario da percorrere, privilegiando percorsi semplici e, meglio ancora, lontano da posti affollati ed in mezzo alla natura. Al momento sono sconsigliati gli itinerari cittadini, anche perché soprattutto la domenica ci sono un sacco di biciclette in giro e non tutte condotte da ciclisti con esperienza.

DPI (Dispositivi di protezione individuale)

Avere sempre la mascherina con sè, al necessario per le tue uscite e adoperala in città, nei luoghi in cui non sei sicuro di poter mantenere la distanza di sicurezza, durante le pause oppure se devi andare al bar o entrare in un negozio. Anche i conviventi e i partner devono usare la mascherina in luoghi frequentati da altre persone. Ricordati di igienizzare le mani ogni volta che tocchi la mascherina. Non scambiare oggetti vari  come attrezzi, fotocamere , cellulari o cibo. In città è meglio sempre utilizzare la mascherina, per toglierla quando si giunge “fuori porta”. Anche perché facendo attività motoria non è affatto salutare, ma per questo è indispensabile mantenere la distanza sociale.

DISTANZA

Gruppi grandi creano inevitabilmente situazioni di assembramento, e sappiamo che questo è vietato. Pedaliamo in gruppi di massimo 10-15 persone (accompagnatori compresi). Per dare l’opportunità a più soci di partecipare pensiamo di recuperare le gite annullate nei mesi precedenti abbinandole a quelle già in calendario dal 15 giugno in avanti. Eventuali partenze scaglionate (ogni 15 minuti) di più gruppi di 10-15 persone in caso di gite singole molto partecipate, richiedono però la presenza di tanti capigita che conoscano il percorso quanti sono i gruppi come già a volte abbiamo fatto.

Particolare attenzione è da prestare non soltanto mentre pedaliamo ma soprattutto quando siamo fermi per una sosta, all’inizio e alla fine della pedalata. Cerchiamo di dare il buon esempio sempre mantenendo le distanze anche quando scattiamo foto di gruppo o selfie. Inoltre evitiamo strette di mano, abbracci ecc. , anche se è da tanto che non ci vediamo e verrebbe spontaneo, ma siamo tutti potenziali portatori sani di virus; diamoci solo “di gomito”.

Attieniti scrupolosamente alle normative nazionali, regionali e locali sul distanziamento sociale e sull’utilizzo dei dispositivi individuali di sicurezza, mascherina, guanti e liquido o gel igienizzante. Il DPCM del 17 maggio 2020 sul contenimento del COVID 19 sarà valido fino al 14 giugno, salvo nuove disposizioni, prescrive di mantenere la distanza di almeno un metro, se possibile due, durante l’attività motoria all’aperto, con l’unica eccezione dei soggetti con esigenze di accompagnamento quali minori e persone non autosufficienti. Non uscire di casa se hai la febbre, il raffreddore o la tosse o altri sintomi ascrivibili al “coronavirus”, se hai avuto contatti con persone positive negli ultimi 14 giorni o se sei in quarantena.

RISCHIO MULTE PER ASSEMBRAMENTI

Ricordiamoci che essendo le norme poco chiare è facile che gli ufficiali di polizia possano interpretarle arbitrariamente, quindi c’è il rischio di beccarsi una multa per assembramento.

REGOLAMENTO GITE

Vale sempre e comunque il regolamento gite di Fiab Torino Bici&Dintorni, pubblicato qui sopra.


Brochure gite 2020


Programma gite 2020 Bici &Dintorni

Scarica la brochure delle gite 2020 come comodo promemoria.

Programma 2020


Copie dei libretti saranno presto in distribuzione:
  • in sede, Via Andorno 35/b negli orari di apertura
  • presso il punto informativo del Comune di Torino, in piazza Palazzo di Città
  • alla partenza delle gite
  • e presso gli esercizi che ricevono le iscrizioni
  • Nota: ai soci privi di email e ai residenti fuori città verrà inviato, su richiesta, con posta ordinaria.

  • Card image

    Weekend in bici


    Prossime gite



    Card image

    Ciclovacanze


    Le vostre osservazioni dopo la partecipazione alla gita sono assai gradite!

    Potete esprimere il vostro giudizio con un questionario online, oppure scaricare il questionario in formato pdf, compilarlo e inviarlo via email o via fax.